N. Verde 800 960 318
x

Risolvi l'operazione *


Il Quinto Principio Chiave della LEADERSHIP PROFESSIONALE

il principio delle Aspettative

Il Quinto Principio Chiave
della LEADERSHIP PROFESSIONALE
(Il segreto che c’è dietro il Metodo BPS)

“Il Principio delle Aspettative”

 
 

Questo principio ci dice che tutto ciò che si ottiene non è necessariamente ciò che si vuole, ma piuttosto ciò che ci si aspetta.

Le tue aspettative esercitano un’influenza potente ed invisibile che fa sì che le situazioni si presentino come ti aspettavi e le persone si comportino con tu come avevi previsto.

Le persone di successo hanno un atteggiamento caratterizzato da aspettative su se  stessi positive e di fiducia. Si aspettano successo, stima e auto-realizzazione. Le persone di non successo hanno un atteggiamento caratterizzato da aspettative negative, di cinismo e pessimismo che fa si che le situazioni vadano proprio come si aspettano.

Il principio delle Aspettative è chiamato anche come “Profezia auto-avverantesi” o “Effetto Rosenthal”.

 

Il nome deriva proprio dal Dr. Robert Rosenthal che alla fine degli anni sessanta condusse il famoso esperimento in cui convinse tre insegnanti di essere i migliori della scuola e che per premio gli furono assegnati gli studenti più intelligenti dell’istituto. Agli insegnanti fu richiesto che ci si aspettava da loro un miglioramento del rendimento degli studenti assegnati del 20/30 per cento.

Ogni insegnante sogna una classe di studenti eccellenti e in quell’anno scolastico sembravano lavorare con maggior impegno, sembravano essere più pazienti con gli studenti che non capivano subito un nuovo argomento, dedicavano più tempo dopo l’orario scolastico, erano più comprensivi se uno studente non si presentava ben preparato nelle interrogazioni, si attribuivano a se stessi la responsabilità del modo di insegnare se uno studente manifestava difficoltà di comprensione.

Alla fine dell’Anno scolastico? Le tre classi risultarono le migliori della scuola e dell’intero distretto scolastico ed erano migliorate del 30% circa, proprio come previsto.

Alla fine dell’anno scolastico il direttore dell’istituto convocò gli insegnati per congratularsi con loro. Loro risposero che era stato facile insegnare a così tanti allievi dotati e che in quell’anno si erano divertiti a far bene il loro lavoro.

Il direttore allora spiegò che si era trattato di un esperimento. Gli studenti erano semplici ragazzi ed erano stati sorteggiati a caso, come del resto furono sorteggiati gli stessi insegnati tra i tanti dell’istituto. Superfluo dire che gli insegnanti rimasero sorpresi.

Cosa ci dice questo esperimento?

 

Quando si crea un’aspettativa,
questa diventa una profezia che si auto avvera.

 

Siccome ci si aspetta un risultato positivo ed eccellente ognuno si attiva per fare in modo che quella aspettativa non venga delusa.

La spiegazione sta in un meccanismo mentale dell’uomo che si chiama SARSistema di Attivazione Reticolare che si occupa di filtrare gli imput esterni decidendo secondo alcuni criteri cos’è importante far arrivare alla tua coscienza e che cosa invece non lo è. È un sistema di focalizzazione verso ciò che hai deciso che si avveri.

 

Sperimenta il Sistema di Attivazione Reticolare

 

Un esempio molto usato per comprendere meglio il principio delle Aspettative è quello dell’auto. Quando decidi di acquistare un auto e ne scegli il colore, il tipo di cerchi e il colore degli interni, da quel momento mentre vivi la tua vita normale, il tuo filtro inizia a farti notare tante auto uguali o simili a quella che hai deciso di acquistare.

È ovvio che le auto sono sempre state lì, nella realtà oggettiva non è cambiato nulla. Ma la tua realtà soggettiva è creata da ciò che il SAR ha deciso di far passare tra le tante informazioni che riceve.

Se inizi a crearti delle aspettative su un particolare modello di auto, il tuo SAR si accorge che hai spostato il tuo focus su quella particolare auto e smetterà di cancellare dalla tua attenzione tutte quelle auto che corrispondo alla scelta che hai fatto, facendotele notare.

Prima le eliminava poiché non le riteneva interessanti e importanti, ora invece le lascia passare, e tu le noti, poiché hai semplicemente cambiato il tuo filtro di attenzione.

 

E nel Business? Funziona allo stesso modo dell’esempio dell’auto. Il modo migliore per attivare il principio delle Aspettative al tuo Business è spiegare al tuo SAR esattamente cosa vuoi ottenere.

Il metodo BPS – Business Project System è basato sul Principio delle Aspettative in modo tale che il Business si avveri concretamente proprio come lo hai progettato, grazie all’attivazione del SAR di chi lo compila.

La definizione certosina dell’idea Imprenditoriale, che è il primo passo del Metodo BPS e la scelta del Client Core Business che rappresenta il secondo passo, sono stati proprio istituiti proprio per creare forti aspettative di realizzazione.

Riconosco che nel corso BPS e nel Master in Business Coaching della nostra Accademia Leadership Lab, di essere un buon “spacca-maroni” su questi due punti, ma so esattamente quali benefici una persona può ottenere chiarendoli bene nella propria mente.

Il potere di chiarire in modo esaustivo nella propria mente cosa vuoi sviluppare, migliorare o vendere di più (idea imprenditoriale) e chi è il tuo cliente per cui è nata la tua idea di sviluppo (Client Core Business) sono la tua opportunità di spostare il tuo focus di aspettativa e attivare il tuo SAR.

Li definisco i due passi fondamentali del Metodo BPS, che definiscono il punto di partenza e il punto di arrivo del percorso decisionale del tuo Business. Una volta definiti bene questi due passi, il tuo SAR ti aiuterà a definire bene e in modo intelligente tutte le altre decisioni da prendere per far arrivare in modo concreto la tua idea a chi hai scelto come tuo cliente.

 

Il potere delle Aspettative è qualcosa che muove
e fa muovere il Business intorno a te.

 

Per conoscere meglio il Metodo BPS e saper applicare il Principio delle Aspettative, clicca qui!

Metodo BPS: L’unico percorso decisionale ideato per sviluppare e portare all’eccellenza qualsiasi Business.

 

Per Il tuo Business!

Marco Merangola

About Marco Merangola
Formatore & Business Coach tra i più stimati e apprezzati Master Trainer e Business Coach nel nostro bel paese e punto di riferimento riconosciuto della LEADERSHIP PROFESSIONALE in Italia. Nasce a Gubbio (PG) il 03 maggio 1962, dopo gli studi scientifici in ambito commerciale prima e sociologici applicati all'azienda poi, si dedica allo studio accademico e di approfondimento di nuove conoscenze nell'ambito delle Scienze della Comunicazione con indirizzo alla Leadership presso l'università La Sapienza di Roma. Master in PNL, Programmazione Neuro Linguistica (con R. Bandler), Coach certificato FIC (Federazione Italiana Coach) e membro attivo dell'AIF (Federazione Italiana Formatori). Iscritto alla lista consulenti accreditati alla regione Umbria.