Come combattere la procrastinazione

Il metodo che ti farà smettere

Mai rimandare a domani ciò che puoi fare benissimo dopodomani, no? Non ci provare!

La procrastinazione è sicuramente una brutta bestia, ma esiste un metodo per sconfiggerla.

“Prenditi tutto il tempo, ma non lasciare che il tempo si prenda tutto”

Massimo Gramellini.

La procrastinazione è l’arte di fare qualsiasi cosa, certo, tranne ciò che devi fare in un preciso momento!

Il vero procrastinatore, quello del ‘lo faccio la prossima volta’, ha sempre qualcosa da fare, del tipo:

  • Sistemare il cassetto della scrivania.
  • Controllare se funzionano tutte le penne.
  • Postare foto di cuccioli carini sul suo profilo Facebook.

Insomma, lui fa tutto, tranne ciò che dovrebbe fare davvero!

Sicuramente questa situazione ti è familiare.

Nell’articolo di oggi ti voglio mostrare il principio di Pareto e un metodo infallibile per vincere la tua battaglia contro la procrastinazione.

Detto ciò, direi di iniziare!

Dopo 20, c’è 80.

Non tutti procrastiniamo per la stessa ragione, ma tutti dobbiamo sapere del principio di Pareto.

“Di chi, Marco!?”

Ma sì, l’economista Vilfredo Pareto, che ha scoperto questa regola formulata nel 1895. È anche vero che questa non è una lezione di storia, quindi, passiamo ai fatti.

Questo principio afferma che:

“L’80% del valore di ciò che si fa viene determinato dal 20% delle attività svolta in quell’ambito”.

Facciamola più semplice.

In poche parole, il 20% delle cause provoca l’80% degli effetti.

In qualsia ambito tu voglia mettere questo principio, concentrati nello svolgimento del 20% delle mansioni che valgono 10 volte le altre, ma che richiedono la stessa quantità di tempo per essere svolte.

Le persone ad alta produttività suddividono il tempo in base al valore attribuito a ogni mansione o attività. 😉

Ho la “rimandite cronica”.

No, non parlo di mal di testa.

Quando parliamo di procrastinazione, intendo il mezzo con cui il nostro cervello ci comunica che il nostro piano è sbagliato o peggio ancora… che non abbiamo un piano!

Nessuna vocina in testa che ti dica che il tuo piano non funziona, ma piuttosto un abbassamento dell’asticella di motivazione o…

Quell’irrefrenabile e irresistibile tentazione di fare altro: la rimandite cronica.

“Allora, cosa posso fare per smettere di procrastinare!? Dammi un consiglio pratico, Marco”.

Vuoi smettere di procrastinare? Beh, continua a leggere e scoprirai come.

La “droga della felicità”.

Una delle più importanti abitudini di management personale che puoi acquisire è quella di combattere questa fastidiosa procrastinazione.

Semplicemente, iniziando con il dare priorità agli incarichi più importanti.

Seleziona la mansione più importante e dedica tutta la tua attenzione ad essa fino ad averla portare a termine.

Mi raccomando, eh!

Ogni volta che porti a termine un incarico importante il tuo cervello rilascia un ormone chiamato: Betaendorfina.

Spesso viene definito la “droga della felicità” della natura.

Quando porti a termine un compito importante, sei travolto da un’ondata di endorfine, che stimolano e ti incitano a fare ancora di più.

La prossima volta che ti ritrovi a procrastinare, trova la mansione più importante di tutte e dedicatici al 110%, nel portarla a termine.

Ah, non dimenticare di farmi sapere come è andata!

Fai che Accada!
Per il Tuo Successo Imprenditoriale!


Leadership Trainer & Business Coach

ENTRA NELL' AREA RISORSE GRATUITE

Registrati e avrai accesso immediato a tutte le Risorse ed Iniziative Gratuite dedicate alla Tua Crescita Professionale

Pin It on Pinterest

Share This